Top Menu

Anello del dragone

ll mitico dragone che si mangia la coda
inghiotte ed espelle l’uovo cosmogonico,
fonte e meta di tutte le stelle

La plasticità del metallo viene confusa dalle scaglie del drago; la rigidità della pietra viene celata dal taglio a cabochon. Schegge di rubino e di smeraldo alle narici e agli occhi, mentre le fauci sostengono una sfera stellata, che cerca la luce per esprimersi, incurante di essere fra i denti del mitico dragone. Se entri in sintonia con la stella della pietra, questa entrerà in sintonia con la tua stella. Porterai l’anello preferibilmente al medio della mano destra; lo profumerai di sandalo e di garofano, e in sua compagnia tenterai le imprese più pazze.

Il dragone non è maschio e non è femmina: è puro fuoco e pura volontà.

btt