Top Menu

Eva, il serpente e Adamo

SOGNO DI PIETRA

– Eva, il Serpente e Adamo –

Noi siamo contastorie.
Non si usa più raccontare fiabe alla luce del caminetto o nel tepore della stalla.
Noi raccontiamo storie legate al territorio, alle emozioni, alla vita.
E lo facciamo con i nostri libri e i nostri gioielli.
Un pizzico di cultura e una scintilla di sorriso.
Sempre.

ORI e GEMME 
Paolo e Francesca Severi

Pavia, Basilica di San Michele, capitello navata centrale  – XI secolo circa –

Dall’Albero Sacro, nel cuore del Giardino dell’Eden, il Serpente offre a Eva il frutto della Conoscenza. L’umanità ha avuto in dono la responsabilità del libero arbitrio. Eva contraccambia offrendo il seno, il nutrimento della Vita. Chissà se ha portato un po’ di libero arbitrio anche al di là delle schiere umane. Rappresentazione densa di mistero. La donna accetta responsabilità enormi, col sorriso sulle labbra. Sì, è la donna che ha un contatto diretto con l’Albero della Vita. (Esistono anche altre interpretazioni)

Capitello romanico – X-XII secolo. – Riproduzione in argento brunito effettuata con sistemi di fotogrammetria tridimensionale. La scultura ripropone con grandissima fedeltà le proporzioni e i dettagli dell’originale. Si ringraziano l’Ufficio Beni Culturali ecclesiastici della diocesi di Pavia e la Basilica di San Michele per la collaborazione.

Tutti i diritti sono riservati; è vietata ogni forma di riproduzione.

btt